PER L’ANTICO BORGO

 

 

Mi scoprii poeta mentre assorta guardavo il sole

che timido nasceva tra le montagne in fiore

e i cristalli di brina che si scioglievano al suo calore.

Le vocine delle mie bimbe mi scossero

da quella maestosa visione e fu in quell’istante

che mi sentii come un grande albero dalle radici profonde

che mostrava con fierezza

i suoi germogli d’amore che crescevano.

Cantavo allegra con le mie bimbe dai capelli neri,

le tenevo per mano con regalità

come una regina fa con le sue principessine.

Per quelle strade del borgo antico e silenzioso fatte di ciottoli e di sassi,

sorridevamo ascoltando l’eco dei nostri passi.

Il tempo è volato in fretta e mi riscoprii poeta una volta ancora

quando per la prima volta  l’amore bussò ai loro cuori.

Temevo … si temevo e lo ricordo ora che da sola passeggio

per quelle antiche strade.

Mi perdo nel ricordo di mia madre, dolce donna

che passeggiava con me per quelle stesse strade

e tesseva per me sogni ricamati d’amore.

Sta scendendo la notte e già brillano le prime stelle nel cielo blu.

Guardo quei vecchi sassi che riflettono la luce della luna

e sento che nel mio cuore arde sempre quell’antico amore

per le le mie bimbe ora donne con cui amo

andare a spasso per le strade del mio cuore.

Accanto a me sento un soffio leggero…

Ciao Mamma sussurro a fior di labbra…

so che avevi sognato per me un mondo pieno d’amore,

ma il destino  è stato crudele con me ed ora so che piangi

per i miei desideri infranti…

 

 

©Daniela Costantini

 



 

 

 

 

INDICE POESIE