Montagna d’Abruzzo maestosa e silente, ricca di ciottoli e sassi,

arranco pian piano tra gli irti sentieri

e tra i i tuoi silenzi ritrovo me stessa bambina.

Il tempo qui scorre con i ritmi del cuore,

non conta l’età, ma conta l’amore.

Questa mia terra così brulla e scoscesa,

queste rocce coperte di muschio e qualche piccolo fiore

hanno fatto di te il mio luogo del cuore…

E’ un luogo speciale,

dove i miei sogni attingono forza e vigore

quando la mia mente è nella tempesta.

Tra i tuoi bianchi sassi levigati dal tempo

tutto è rimasto immutato.

Ti guardo montagna e sale in me l’emozione di allora…

sei rimasta il mio luogo incantato.

Vedo un’ombra …

È la stessa bambina di tanti anni fa che si riflette sull’erba del prato

e tiene per mano un’ombra più grande,  

quella di una donna che ora ha i capelli d’argento

La riconosco…  sono io… che in questo luogo di incanto e magia

non riesce a invecchiare

perché conserva un cuore che palpita amore.

©Daniela Costantini

 

 

        

    

 


 

 

Elaborazione grafica Nostalgiaetenerezza