Ricordo le ultime parole di mia madre

mentre il vento della vita la stava già trascinando lontano,

verso il mondo ignoto che c’è oltre il confine dell’ultimo respiro.

Una voce dentro di me voleva gridarti di restare,

ma le mie labbra si chiusero in una morsa gelida

e nulla potei pronunciare…

Non c’è missione d’amore che finisce,

nulla si porta via la morte se non un corpo stanco della vita.

Quel che conta, l’essenza tua più vera è rimasta qui con me

e sento che m’avvolge come la brezza della primavera.

 

©Daniela Costantini

 

 

 

Indice Poesie

 

 

Home