Gelo

 

 

 

 

Cerco le mie radici

per quelle antiche strade.

La notte ha avvolto il paesaggio

e correrà come sempre verso il mattino.

Io sono qui

intrappolata dentro la sensazione

di aver già vissuto questi attimi

e sto rivivendo una storia

che qualcuno ha già vissuto prima di me.

Questo il frutto del domani,

il seme posto nella terra ieri…

Quante volte ho camminato

lungo questa strada alberata;

ogni sasso è sepolto ormai dall’asfalto,

ma io ascolto i suoi ricordi.

Un sorriso

illuminava il mio viso e il mio cuore…

ora  è nascosto dietro labbra serrate.

Non si sfugge al dolore,

si può alleviare se qualcuno ti aiuta,

ma nessuno comprende

il mio linguaggio senza parole.

Tutto intorno mi racconta qualcosa di me…

io avevo voluto dimenticare

per non soffrire…

Mi sento

come una vetta altissima e inaccessibile

piena di ghiaccio…

anche se io volevo essere

come un prato pieno di fiori…

ma i fiori vanno raccolti e non strappati…

Così mi sono coperta di ghiaccio,

e mi sono avvolta nel calore

di un abbraccio pieno di gelo.

Nessuna emozione

catturerà più la mia anima.  

 

  ©Daniela Costantini

 

 

 

Menu Poesie

 

Home